Wikieconomia. Manifesto dell’economia civile

Wikieconomia. Manifesto dell’economia civile

Autore: Becchetti Leonardo
Casa editrice: Il Mulino, Bologna
Anno di pubblicazione: 2014

Il problema di cui un economista dovrebbe occuparsi è come possa una maggioranza debole e dispersa contrastare e arginare il potere delle lobby economiche. La rete, con tecnologie e modalità di aggregazione un tempo impensabili, può aiutare l’interesse della maggioranza a prendere forma e consapevolezza, a condensarsi e rinforzarsi. Così come wikipedia testimonia la capacità della rete di stimolare gli immensi giacimenti di gratuità umana, così la wikieconomia potrebbe essere la grande opera del futuro: la costruzione di un’economia al servizio del bene comune e dell’interesse di tutti. Come? Se domani ci svegliassimo e premiassimo, con i nostri click sul computer, i nostri consumi e risparmi, quelle aziende che sono all’avanguardia nel creare valore economico in modo socialmente e ambientalmente sostenibile, il mondo cambierebbe sotto i nostri occhi. Abbiamo un potere enorme come consumatori: votando “col portafoglio” e “col mouse” per le aziende responsabili possiamo spostare quote di mercato rilevanti, e arrivare a far vincere sul mercato, per il nostro stesso bene, il modello di impresa più socialmente ed ambientalmente responsabile.

Il problema di cui un economista dovrebbe occuparsi è come possa una maggioranza debole e dispersa contrastare e arginare il potere delle lobby economiche. La rete, con tecnologie e modalità di aggregazione un tempo impensabili, può aiutare l’interesse della maggioranza a prendere forma e consapevolezza, a condensarsi e rinforzarsi. Così come wikipedia testimonia la capacità della rete di stimolare gli immensi giacimenti di gratuità umana, così la wikieconomia potrebbe essere la grande opera del futuro: la costruzione di un’economia al servizio del bene comune e dell’interesse di tutti. Come? Se domani ci svegliassimo e premiassimo, con i nostri click sul computer, i nostri consumi e risparmi, quelle aziende che sono all’avanguardia nel creare valore economico in modo socialmente e ambientalmente sostenibile, il mondo cambierebbe sotto i nostri occhi. Abbiamo un potere enorme come consumatori: votando “col portafoglio” e “col mouse” per le aziende responsabili possiamo spostare quote di mercato rilevanti, e arrivare a far vincere sul mercato, per il nostro stesso bene, il modello di impresa più socialmente ed ambientalmente responsabile.